Libri >> Storie Paesane 1a ediz. 1968

Storie Paesane (1a ed.)

 

Storie Paesane (1968) - opera prima del poeta Giuseppe Tontodonati - Prefazione di Antonio Rinaldi - Illustrazioni del pittore Renzo Magnanini


 Ndunducce ciarfajeve certe sere,

tra vucale de vine e le castagne,

de fatte ggià successe a la mundagne

e spirgiureve ch’ere tutte vere.

Nu pennavame gna penne le pere,

da ddu labbrune fatte appetecagne

che ce tesseve, come fa lu ragne,

na tele vote grigge e vvote nere.

- Pe lu troppe parlà – diceve dope –

la gole me s’à secche e sta lenguette

è ddure gne na màneche de scope:

se permettete bbeve na surbette! –

E gne nnu lambe, nu seconde dope,

scappe na tazze abballe pe lu pette.

 

RENZO MAGNANINI

 

RENZO MAGNANINI

 

Prime de dare nizie a stu lavore,

ce voje fà de sopre nu scungiure

pe mmidie, maldicenze e jittature,

mettènne abbanne l’odie e lu rangore.

Vuje curà lu stile lu culore

ahogne vverse dà na sfumature,

carpì sigrite emmode a la nature

e la bbellezze da sta terra d’ore.

E mmezze pi sti sugne arabbescate

cercà sembre na note d’alligrije,

cantà sti vicchie storie recurdate

forse peccase ammonde pe na vije

de stu paese mé dove so nate

addò fiurì la prima fandasije.

 

J’recorde nghe tanda nustalgije

lu tembe ch’eravame piccirille!

L’avisse viste sta bbardasciarije

jucà a mmazzocche uppure fà accuzzille!

N’eravame na morre, bbilli fije

furte piandate, scalze gne li rille

saltavame tra corse e tra pazzije

rimbienne l’arie di ggiucunde strille!

Cumbagne care de la ggiuvenezze,

j’ disirtive senza guardà rrete

cerchenne altrove glorie e la bbellezze.

Ma la surgenda vere de la sete,

l’acqua cristalle fonte de purezze

sta proprie aqquà, ddò semplice vevete.

 

 

 Nonna Matilde teneve na taverne

e ccagne de cavalle pe la poste.

Di li tre ffije nonne ere lu perne

e cc’ere zi Nicole a ffare l’oste.

Lu terze ’j fu ccise ngime a na coste,

ere li prime fridde de lu verne,

tatòne steve alle prese nghe lu mmoste;

ma fu cchiù rrossce lu sangue fraterne.

La veretà cheppò resultò sole,

fu ddette da lu stesse zi Ciriache

prime de morte all’ùteme parole:

- Pe sta desgrazie chennisciune pache!

Chi mi sparò stu colpe di pistole

facìse nnanze ammè l’ùteme rache. –

 

Lumillenovecentediciassette,

ere lu jurne de la Cannelore,

mamme pruvò na ggioje e nu dulore

e ’j calò lu latte pe lu pette.

Oh mamma sande, mamma bbenedette! ...

Fu bbreve lu cammine, ma l’amore

pe tte fu sembre lu cchiù ssante fiore

dope ssu latte che te sscjise mbette!

Viste a ccuscì, papà partì pe Rrome

addà l’esame pe la ferruvije

e mmamme forte le chiamò pe nnome:

- Cirià, sta’ ttende ammonde pe ssa vije,

fa bbon viagge e ssembre lu bonome;

sta’ ccorte, care, e guide tu sti fije! –

 

RENZO MAGNANINI

Quande se fa na guerre e sse supporte

na prupagande piene de papucchie:

bbattaje vinde, priggiunire ammucchie

bbase destrutte e li nimice ammorte,

L’Alte Cumande sopre a lu rapporte

nge mette maje, pe neddàre all’ucchie,

ca lu fande è mbestàte de peducchie,

essenz’aiute à da sfedà la sorte.

Gna lu redùce torne a lu paese

nghe le medaje appundate a lu pette

e ttè lu piombe ngorpe che ’j pese,

trove la casa vòte e ssenz’affette

la patrije devastate evvelepèse

e la meserije sopre pe lu tette.

 

RENZO MAGNANINI

 

In questa sezione

News

13/11/20
Categoria: Generale
Postato da: admintnt

Pubblicato recentemente il volume dal titolo "Giuseppe Tontodonati un poeta nella Bologna del secondo '900": Scritto da Raffaello Tontodonati, figlio del poeta, il volume ripercorre l'esperienza umana ed artistica del poeta Giuseppe Tontodonati nei trent'anni vissuti a Bologna (dal 1959 al 1989)

01/02/20
Categoria: Generale
Postato da: admintnt

 Mercoledì 5 Febbraio 2020, a Pescara presso la Fondazione Pescarabruzzo, alle ore 17:00 si terrà la presentazione del volume di poesie di Giuseppe Tontodonati "Recurde Pescarise".

© Copyright 2004-2020 - CMS Made Simple
This site is powered by CMS Made Simple